GIF
Nuovo/vecchio Trend

C’è un fenomeno che ha interessato il web nell’ultimo periodo e in particolare da un anno a questa parte, un ritorno in auge di un formato digitale che veniva ritenuto ormai completamente obsoleto, abbandonato, lasciato morire nei vecchi siti web nei quali a volte ci si imbatte quasi per sbaglio.

Le motivazioni possono essere diverse ma sicuramente sono da ricollegare all’implementazione del supporto a queste immagini nella timeline di Facebook. In un periodo in cui il resto del web si poggia solidamente su questo social network, in cui gran parte degli utenti naviga unicamente su Facebook per qualsiasi cosa abbia bisogno, se al buon Mark piacciono le gif in poco tempo piaceranno anche a tutti i suoi utenti.

Così è stato, in pochissimo tempo tutte le nostre home sono state invase da queste immaginine in movimento, da queste ripetizioni quasi ipnotiche, psichedeliche, tutto poteva essere trasformato in gif: senza che ce ne accorgessimo software e applicazioni per creare queste animazioni istantaneamente sono proliferate.

«

ripetizioni quasi ipnotiche, psichedeliche

Non è chiaro se rispondano ad una tacita domanda degli utenti, al progressivo appiattimento delle interazioni che stavano avvenendo sui social network, ma una cosa è certa: le gif funzionano per la loro ambiguità perchè non devono essere per forza dotate di senso e non c’è bisogno che tutti capiscano, permettono di condividere quello che una volta veniva semplicemente ignorato dai nostri amici di Facebook in una maniera nuova, divertente o anche a volte fastidiosa.

La possibilità di crearle con così tante semplicità ha fatto si che chiunque volesse potesse immortalare un gesto del suo film preferito in una ripetizione infinita, angosciante, perpetua; alcuni gesti, alcuni movimenti sono diventati dei veri e propri meme: non si commenta più con delle parole che esprimano quello che proviamo, c’è sempre una gif in cui un attore ha la nostra stessa espressione.